La chiesa chiede 1,7 milioni a Luca Toni: “Sei cattolico, paga per la fede”

«Se ai miei amici venisse detto che per credere in Dio bisogna pagare così tanto, scapperebbero tutti dalla Chiesa…».

Luca Toni alle prese con la tassa sulla fede.

luca-toni_980x571
Sì perhè benchè possa sembrare incredibile, esiste davvero un contributo obbligatorio che la chiesa cattolica in Germania chiede ai suoi fedeli, si tratta della “KirchenSteuer”.
Questa assurda imposta ecclesiastica di fatto obbliga ogni cittadino a dichiarare la propria fede nella dichiarazione dei redditi. Ogni Land preleva il ‘contributo’ per le diverse confessioni, dal quale nel 2013 la Chiesa cattolica ha ricavato 5,5 miliardi di euro, e quella evangelica 4,8.
Poveri…
Ed ovviamente non si tratta di pochi euro! All’ex centravanti del Bayern Monaco infatti è stato chiesto un milione e settecento mila euro, solo perchè credente! Il giocatore incredulo è comparso davanti alla Corte di Appello di Monaco ed ha negato ogni responsabilità (non era a cooscenza di questa tassa), accusando il suo ex commercialista e il Bayern.

Ma nessuna pietà da parte dei giudici, perchè essendosi sposato in chiesa con la fidanzata Marta, ha fornito una vera e propria testimonianza che conferma che l’attaccante è un cattolico praticante, di conseguenza deve pagare…

Ma come? San Francesco andava in giro vestito con un saio ed a piedi nudi, i frati coltivano frutta ed ortaggi per provvedere al loro stesso sostentamento, i preti ci chiedono regolarmente offerte per le strutture ed iniziative dell’oratorio, quindi che bisogno c’è di imporre delle tasse?
A vedere alcuni cardinali così cicciotelli viene spontaneo pensare che tanto male non se la passino, sicuramente non sono denutriti… Sicuramente non risparmiano sul cibo e nemmeno sugli indumenti vista la sfarzosità dei loro outfit…
Quindi si predica la carità ma alla fine non si rinuncia alla bella vita? Male… Male…
Chissà come mai poi nelle chiede c’è sempre meno gente… Del resto per parlare e credere in chi sta là sopra non è necessario recarsi ne luoghi di culto, non credo lui si offenda se prego in casa mia.

La chiesa chiede 1,7 milioni a Luca Toni: “Sei cattolico, paga per la fede”ultima modifica: 2015-07-17T10:48:34+02:00da eclissidiluna72
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “La chiesa chiede 1,7 milioni a Luca Toni: “Sei cattolico, paga per la fede”

  1. Mi sa che puzza di bufala. Crdo che bisogna informarsi bene. Non è che il contributo previsto dalla legge tedesca è un prelievo sulle tasse già pagate tipo i’8 per mille? E poi, se c’è una regola fatta dallo Stato, perchè prendersela con il beneficiario e non con chi ha stabilito quella norma? Come si ritenesse assurdo far pagare le tasse ad un ricco sapendo che questi soldi finiscono ai partiti grassi o ai pensionati ricchi. E’ ingiusto,forse, ma non illegale. Chi ha scritto evidentemente è mosso da astio verso la Chiesa. Ma non è l’elemosina che tiene lontani i fedeli dalle chiese. Tant’è che la Charitas e tanto volontariato cattolico (missioni ecc.) va alla grande nella raccolta fondi.

Lascia un commento